Categorie
Arredamento

Casa in stile minimal: tutti i consigli

Le nuove tendenze in fatto di arredamento parlano chiaro. La casa in stile minimal è il nuovo trend dell’interior design.

Dalle bacheche Pinterest ai bianchissimi feed di Instagram, il minimalismo sembra aver conquistato proprio tutti. Lo stile d’arredamento più in voga oggi lascia fuori dal nido domestico gli inutili fronzoli e i dettagli barocchi: ‘lessis more’ pare quindi essere diventato il mantra dell’era moderna.

Una casa con pochi mobili, oltre ad essere il massimo della comodità, è per questo oggi anche una studiata scelta estetica. Tuttavia, fornire alla propria abitazione un look minimal è tutt’altro che semplice. Non basta infatti fare spazio chiedendo aiuto a Marie Kondo per riuscire ad ottenere quell’effetto chic improvvisato di un appartamento stile attico a New York.

Lo stile minimal non è figlio della sciatteria, ma è al contrario frutto di tante scelte ben ponderate.

Come fare quindi ad aderire a questa nuova tendenza e ad ottenere il risultato sperato? Te lo spieghiamo nell’articolo di oggi.

Fai ordine

Se è vero che non basta fare ordine per ottenere uno stile minimal, è proprio da una disposizione ordinata di cose e spazi che bisogna partire per ricreare al meglio questo tipo di ambiente.

Quella minimal è una tendenza che privilegia l’essenziale. Per questo è importante che tutto sia disposto secondo un criterio. Questo nuovo modo di intendere la casa va a beneficio della luminosità e dell’ampiezza dello spazio, due cose di cui dovrai tenere conto durante la fase del restyling.

Usa il bianco

Il bianco sposa perfettamente l’idea di ordine e di essenzialità, proprio per questa ragione lo troviamo così spesso negli ambienti minimal. Interior designer ed architetti se ne servono per allargare otticamente gli ambienti e per conferire alla casa un aspetto sobrio.

Apri le porte alla natura

Sobrio non vuol dire noioso. Dunque il bianco va necessariamente spezzato con un po’ di colore sparso qua e là. Le tinte che puoi usare sono il tortora, il grigio o il verde. A tal proposito ti suggeriamo di lasciare il giusto spazio a piante e fiori, così da colorare gli ambienti in modo naturale e diversificato. Un’idea ad esempio potrebbe essere quella di lasciare piante rampicanti da interni a smorzare il bianco della libreria o siepi sintetiche da fissare nei bagni.

Occhio ai tessuti

Presta molto attenzione anche ai tessuti. In particolare cerca di evitare fantasie barocche o colori troppo forti. La regola impone di prediligere le tinte unite e di introdurre unicamente colori indicati, come il già sopraindicato tortora, il beige, il bordeaux o il rosa antico.

Non lasciare al caso i dettagli

Come dicevamo, non basta mettere in ordine per rendere un appartamento minimalista. Sono infatti i dettagli a fare la differenza: ad essi spetta il compito di valorizzare ogni angolo e di rendere elegante gli spazi più essenziali. In questa operazione possono esserti di grande aiuto libri, candele, stampe, quadri ed elementi di oggettistica.

Enfatizza le luci

Le luci avranno un ruolo cruciale. Prediligi quelle fredde a led, usa faretti nel salotto e nel bagno. In tutte le altre zone living, così come nelle camere da letto, usa lampade moderne e dal design innovativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *